Successione ereditaria: cosa devi sapere

La successione ereditaria può essere un passaggio molto delicato da gestire, ma è di fondamentale importanza per garantire una gestione serena e ordinata del patrimonio familiare.

In questo articolo, esploreremo i vari aspetti della successione ereditaria, dalle leggi che regolano la trasmissione dei beni ai consigli pratici per evitare conflitti tra eredi

La conoscenza delle regole della successione ereditaria è altresì essenziale per tutelare gli interessi di tutti i soggetti coinvolti e assicurare che le volontà del defunto siano rispettate.

Cos’è la dichiarazione di successione?

La dichiarazione di successione è un documento di natura fiscale che deve essere presentato all’Agenzia delle Entrate competente, in base all’ultima residenza del defunto, entro 12 mesi dalla data del decesso.

La sua funzione principale è quella di fornire informazioni all’Agenzia delle Entrate sull’ammontare e sulla composizione del patrimonio ereditario, così da poter calcolare le imposte che dovranno essere versate.

La corretta compilazione di questo documento può risultare difficile e, per questo motivo, è consuetudine farsi assistere da un Notaio.

Ma cosa fare se non si ha la certezza di essere inclusi in una successione ereditaria?

Come scoprire se il defunto ha lasciato un testamento

Può capitare che gli eredi non siano a conoscenza dell’esistenza di un testamento al momento del decesso e, pertanto, potrebbero non avere contezza di essere chiamati alla successione.

Nel momento in cui il Notaio procede alla pubblicazione di un testamento è tenuto, entro 10 giorni, a richiedere l’iscrizione dell’atto nel Registro generale di testamenti, trasmettendo all’archivio notarile l’atto stesso e tutte le informazioni utili all’iscrizione.

Gli eredi potranno pertanto inoltrare una richiesta al Registro generale dei testamenti, che si trova all’Ufficio Centrale degli archivi notarili presso il Ministero della Giustizia e accertarsi, o meno, dell’esistenza di un testamento.

Cosa succede se non si presenta la dichiarazione di successione?

Nel caso in cui la presentazione della dichiarazione di successione venga omessa, la sanzione prevista è quella amministrativa che può andare dal 120% al 240% dell’imposta dovuta o, se non è dovuta imposta, da 250 a 1.000 euro.

Se invece la dichiarazione è presentata con un ritardo che non supera i 30 giorni, si applica la sanzione amministrativa dal 60 al 120% dell’imposta liquidata; se non è dovuta imposta, si applica la sanzione amministrativa da 150 a 500 euro.

Il tardivo versamento dell’imposta comporta invece l’applicazione della sanzione del 30%, calcolata sull’importo non versato.

Tuttavia, prima che avvenga l’accertamento d’ufficio, si può effettuare il cosiddetto “ravvedimento operoso”, mediante il quale è possibile regolarizzare i versamenti di imposte omessi o insufficienti, beneficiando così di una riduzione delle sanzioni.

Cosa succede dopo la presentazione della dichiarazione di successione?

Dopo aver presentato la dichiarazione di successione l’Agenzia delle Entrate notificherà agli eredi la liquidazione dell’imposta di successione, da pagare entro i 60 giorni successivi.

L’importo dovuto a titolo di imposta dipenderà dal grado di parentela degli eredi rispetto al defunto, e si dovranno applicare, quindi, certe aliquote e franchigie.

Il ruolo del Notaio nella successione ereditaria

Il ruolo del Notaio è significativo nel momento dell’apertura della successione, soprattutto per l’attuazione degli adempimenti preliminari dove è richiesta la collaborazione di tutti gli eredi partecipanti.

In particolare, il Notaio si occuperà di assistere le parti coinvolte nella stesura della dichiarazione di successione, compiendo altresì gli accertamenti richiesti e necessari.

Il Notaio si occuperà inoltre di:

  • redigere il prospetto di autoliquidazione delle imposte, il modello di pagamento di tasse, imposte, sanzioni ed altre entrate, nonché la relativa autocertificazione;
  • registrare la dichiarazione di successione presso l’Agenzia delle Entrate competente.

Affrontare il tema della successione ereditaria con consapevolezza e preparazione è un passo fondamentale e avere al proprio fianco professionisti esperti è cruciale per navigare con sicurezza in questo ambito delicato.

Se desideri approfondire ulteriormente questi aspetti o hai bisogno di assistenza personalizzata, non esitare a contattare il nostro studio notarile.

Siamo qui per offrire consulenza competente e supporto qualificato, aiutandoti a prendere decisioni informate e a tutelare al meglio il tuo patrimonio e quello dei tuoi cari. 

Uso il nostro form di contatto e affidati al nostro team, pronto ad assisterti in ogni fase del processo successorio.

CONDIVIDI
Notaio
Andrea Bonomo

Ciao, sono Andrea Bonomo e sono notaio a Torino e a Chivasso. Ti supporto in tutte le fasi dell’atto notarile che sia esso immobiliare, societario o di successione.

Richiedi
informazioni

Hai bisogno di informazioni? Compila il form e inviaci la tua richiesta!